//Il certificato elettronico spagnolo, differenze con la PEC e certificato digitale

Il certificato elettronico spagnolo, differenze con la PEC e certificato digitale

Il certificato elettronico spagnolo è la tua identità digitale per accedere on-line ai servizi indispensabili come il Registro delle imprese, l’Agenzia delle Entrate, pratiche di impresa, servizi INPS, etc. con una sola credenziale. Si richiede alla “Fabrica Nacional de Moneda y Timbre.

Il certificato elettronico spagnolo – o firma digitale – è un file protetto da una password che, una volta scaricato su un computer, permette all’utente di collegarsi alle varie pagine web degli Enti pubblici per identificarsi e operare online.

Dalla pagina dell’Agenzia delle Entrate è ad esempio possibile visualizzare la propria posizione fiscale, modificare o presentare dichiarazioni fiscali, presentare documenti o scaricare notifiche dell’Amministrazione pubblica. Allo stesso modo sarà possibile collegarsi al Registro delle Imprese o all’Ente Nazionale spagnolo di previdenza sociale per comunicare l’assunzione di un dipendente, o il suo licenziamento, piuttosto che ottenere un numero di affiliazione o modificare i propri dati.

A differenza dell’Italia dove si usa la “PEC” per firmare e garantire la autenticità di una determinata comunicazione, in Spagna il Certificato elettronico spagnolo permette all’imprenditore o al privato cittadino, di interagire direttamente con la pagina web dell’Ente pubblico, accedendo immediatamente a tutte le informazioni disponibili, senza avere necessità di inviare una comunicazione al dipendente pubblico, il quale dovrebbe inserire manualmente i dati una volta ricevuta la PEC. Assomiglia piuttosto alla “SPID” italiana, ovvero è una identità digitale unica che permette di autenticarsi presso diverse pagine di enti pubblici in Spagna.

In Spagna la PEC non è valida, per questo le imprese hanno l’obbligo di ottenere un certificato elettronico (firma digitale) per poter lavorare nell’ordinamento spagnolo.

Il nostro Studio è “Autoridad Autorizada” a richiedere l’emissione dei certificati digitali in Spagna, per questo abbiamo bisogno di ricevere i documenti elencati in questo link.

By |2020-11-11T09:55:11+01:00venerdì 6 Aprile 2018|Articoli|6 Comments

Autore:

6 Commenti

  1. Federica 15 Settembre, 2020 at 14:00 - Reply

    Buonasera, quindi una volta scaricata la firma digitale spagnola non occorre aprirla giusto? ci si autentica nei siti semplicemente inserendo il file scaricato?

    • Lawants 20 Settembre, 2020 at 15:59 - Reply

      Esatto, una volta istallata sul pc quando accede a una pagina che richiede autenticazione si apre un pop-up con il certificato digitale. Accetta ed entra…

  2. GErardo 7 Ottobre, 2020 at 17:25 - Reply

    Salve, grazie dell’articolo, interessante. Se invece dovessi io inviare dall’italia una PEC a una azienda spagnola? Come funziona? Vorrei fosse tracciato l’invio e sopratutto la ricezione della mail. Grazie!

    • Lawants 1 Novembre, 2020 at 16:08 - Reply

      Buongiorno,
      NOn ha alcun senso inviare una pec dall’Italia a una azienda spagnola. Oltre a non avere alcun valore legale, il destinatario (non pec) riceverebbe una email con una serie di allegati proprio perché il suo server di posta elettronica non sarebbe ingrato di decodificare la pec italiana. personalmente lo sconsigliamo, vediamo solo problemi e nessun vantaggio.

  3. luca 17 Marzo, 2021 at 18:54 - Reply

    buongiorno siamo una società di consulenza di Milano abbiamo necessità di richiedere il CERTIFICATO ELETTRONICO per conto di un azienda italiana per autorizzare i propri prodotti al ministero della salute in Spagna.
    1- E’ possibile richiederlo da parte del legale rappresentante di società di consulenza italiana?
    2- Il ministero salute spagnolo richiede anche la firma digitale sul formulario della richiesta di autorizzazione che deve essere trasmesso con FIRMA DIGITALE, il CERTIFICATO ELETTRONICO funziona anche per la FIRMA DIGITALE?
    In caso ho necessità di avere asap vs preventivo di costo.
    RNI SRL
    CEO
    Dr. Luca Segato
    cordia

    • Lawants 22 Marzo, 2021 at 17:06 - Reply

      Salve, come da conversazione telefonica è possibile. Vi abbiamo mandato nostro preventivo per identificarvi in Spagna mediante assegnazione di un NIF N che vi servirà per ottenere certificato spagnolo e operare direttamente con gli enti pubblici spagnoli – qualsiasi – e interloquire con loro. Cordiali saluti

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi